Tendenze

Stili di Arredamento a confronto

Stili di Arredamento

La semplice distinzione che a volte si fa (in fatto di arredamento) tra stile classico e moderno è piuttosto riduttiva. Esistono infatti varie alternative ai due modelli più noti e usati, altro e tanto validi e forse anche più originali.

L’arredamento rustico, da non confondere con quello classico, è molto indicato per cascine, case di campagne, masserie. Gli elementi che caratterizzano lo stile sono principalmente il legno e la pietra. Uno stile realizzato con materiali poveri e consigliato per la realizzazione di ambienti accoglienti e dal forte sapore di casa. In un arredamento rustico non può mancare il camino in pietra, magari su parquet di legno scuro.

Il loft sta ad indicare un appartamento ottenuto dalla trasformazione di uno spazio industriale dismesso. Per estensione, esso indica ambienti caratterizzati da ampi spazi in un ambiente unico. Non si tratta di un tipo di arredamento bensì di un tipo di locale, il quale permette ampio margine di manovra. La cosa essenziale è mantenere uno stile coerente che abbracci tutto lo spazio.

Con la macro classificazione “etnico” si indica invece una pluralità di stili che sfuggono a categorizzazioni precise. È importante capire però che non si tratta di un unico modello, ma di universi distanti tra loro. Lo stile africano è opposto a quello orientale, quest’ultimo a sua volta si articola in diversi stili con significative differenze fra loro. Parlare di stile etnico è un peccato di superficialità, sarebbe come pretendere di inglobare in un’unica etichetta tutte le culture esterne alla nostra. Optare per l’etnico significa comunque dare un aspetto del tutto diverso al proprio ambiente. Che siano i colori caldi e variopinti dell’universo africano, le fantasie selvagge del Sud America o le armonie geometriche della dimensione asiatica, l’etnico consente un approccio diverso nei confronti dell’arte decorativa e dell’arredamento.

Ognuno di questi stili non rappresenta un mondo a sé stante. Modelli e fantasie possono armonizzarsi, creare un gioco di rimandi e integrarsi gli uni negli altri, creando così il vostro ambiente dove potervi sentire semplicemente “a casa”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.