Arredamento

Come illuminare la propria abitazione

Illuminazione

Nella gestione del proprio arredamento di casa, nulla deve essere lasciato al caso. Anche l’illuminazione, sia in relazione agli esterni e sia in riferimento agli spazi interni, deve essere curata e analizzata nei dettagli, senza lasciare nulla al caso.

L’illuminazione esterna deve essere curata nel modo giusto, se avete un pianerottolo di dimensioni limitate, meglio evitare che ci siano zone d’ombra; inoltre è importante che campanello e targa con il nome siano ben visibili, sia per ragioni pratiche e sia perché ciò garantisce un tocco di classe all’aspetto del vostro appartamento.

Potete utilizzare sia un faretto posto al di sopra del cancello e sia una luce a muro, purché sia efficace e non vi costringa a strizzare gli occhi ogni qualvolta dovete inserire le chiavi di casa nella toppa.

L’illuminazione degli interni richiede un’attenzione maggiore. La cosa migliore è creare diversi punti luce, ciò per diverso motivi: prima di tutto, ciò vi consente di illuminare ogni punto della vostra casa, in più ciò vi permette di ottimizzare i consumi in quanto, se avete bisogno di luce solo in un determinato punto della casa, potrete tenere spente le altre lampadine, con un considerevole risparmio sulla bolletta.

Per ciò che concerne gli interni, la prima stanza a cui pensare è l’ingresso: solitamente si tratta di un ambiente limitato e sprovvisto di finestre, ragion per cui si rende necessario utilizzare una luce artificiale di impatto; le soluzioni sono diverse: potete optare per applique, faretti, lampadari particolarmente luminosi.

Il soggiorno è invece la stanza che richiede la maggior quantità di luce, in quanto si tratta dello spazio che viene vissuto maggiormente dalla famiglia; qui, oltre a un lampadario a muro di grandi dimensioni, è consigliabile munirsi di lampade a muro e di una o due piantane, in modo da avere maggiori alternative e selezionare la fonte luminosa più adatta a ogni circostanza.

Le camerette invece richiedono luci radiose, in quanto stanze adibite allo studio, e nulla è meglio di ampie finestre in grado di garantire la giusta luce per tutte le ore diurne. Lampadari, luci a parete e piantane sono ottime soluzioni di design, dunque non badate solo alla funzionalità, ma cercate di caratterizzare le varie stanze anche attraverso di esse.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.